Garibaldi celebrato all'Onu

Venerdì, 19 Giugno 2009


I love Garibaldi è la manifestazione di chiusura delle celebrazioni della nascita di Giuseppe Garibaldi iniziate nel 2007, che si terrà il 27 aprile all'ONU.
Il Comitato Nazionale per le celebrazioni del bicentenario della nascita di Giuseppe Garibaldi, presieduto da Andrea Marcucci, ha voluto ricordare l'eroe dei due mondi proprio nella prestigiosa sede delle Nazioni Unite.


Un giusto riconoscimento ad un grande uomo che fu strenuo sostenitore dei diritti dei popoli, sia dal punto di vista della liberazione dall'oppressione che dal punto di vista della liberazione sociale, aderendo così a principi di umanitarismo e cosmopolitismo. Il suo nome divenne presto nel mondo sinonimo di "eroismo, umanità, patriottismo, fraternità, pace e libertà".


Pochi sanno che ci una famosa corrispondenza di guerra tra Lincoln e Garibaldi. All'epoca della guerra di secessione i nordisti, in cerca di un generale che potesse guidare la battaglia, individuarono in Garibaldi che era -per così dire - già il personaggio storico dell'epoca, il candidato ideale.Iniziò così uno scambio di lettere tra Lincoln e Garibaldi: Lincoln offrì a Garibaldi la possibilità di dirigere un'armata e non l'esercito intero. Garibaldi non accettò poiché voleva, unitamente a tutto l'esercito, anche una dichiarazione ufficiale da parte di Lincoln che la guerra si sarebbe fatta, ma per liberare i neri d'America dalla schiavitù.


La proposta, dunque, per complesse ragioni, non ebbe seguito, ma nel settembre del 1862 il Presidente americano arrivò comunque al provvedimento auspicato da Garibaldi. Per Andrea Marcucci "Le manifestazioni per il bicentenario di Garibaldi hanno dimostrato quanto sia attuale il mito dell'eroe dei due mondii. Anche le frequenti polemiche, ultima delle quali quella innescata dal sottosegretario Gianfranco Miccichè, attestano come le gesta di Garibaldi scatenino ancora passioni, anche di segno opposto"
Per festeggiare Garibaldi, l'appuntamento è lunedì 27 aprile al Palazzo di Vetro dell'ONU presso il Dag Hammarskjold Library Auditorium e all'Istituto Italiano di Cultura di New York.

Il convegno comincerà con la lettura dei saluti del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e del ministro dei beni culturali Sandro Bondi.

Ecco i momenti più significativi:

Monica Maggioni intervisterà Kerry Kennedy: come gli americani vedono Garibaldi? Difensore dei popoli o affascinante condottiero?

Massimo Ghini leggerà alcune lettere tratte dal Century Magazine del 1907 intitolate "L'offerta di Lincoln d'un comando a Garibaldi. Chiarimento di una questione storica discussa".

Verrà presentato il volume Garibaldi: Democracy and Civil Rights a cura di Lauro Rossi.