Lucca

"MUSEI CHIUSI A PASQUA, POCA ATTENZIONE PER LUCCA"

Lucca, 24 marzo- "La chiusura dei musei nazionali per Pasqua e Pasquetta è un grave danno per Lucca e per la sua provincia ed è l'ulteriore dimostrazione dello scarso peso che la città ha ormai sull'esecutivo nazionale e sul ministero dei beni culturali". Lo denuncia il senatore Andrea Marcucci (PD), segretario della commissione cultura a Palazzo Madama. "In uno dei periodi turisticamente più rilevanti, l'impossibilità di vedere Villa Guinigi, Palazzo Mansi e la pinacoteca è davvero un'assurdità- spiega il parlamentare- soprattutto quando invece a Firenze sia gli Uffizi che la Galleria dell'Accademia saranno aperti. La Soprintendenza di Lucca ha più volte lamentato la gravissima carenza di personale. Non mi risulta che siano giunte risposte o che si siano attivati progetti speciali per assicurare l'apertura pasquale". Per Marcucci "in questo contesto così problematico, pesa anche la precarietà delle nomine per i Soprintendenti e la totale mancanza di certezze per una struttura con un ruolo così importante. Per rilanciare il turismo, il nostro sistema museale è fondamentale, per questo la chiusura del 4 e del 5 aprile è davvero un fatto grave".

"UN TAVOLO PROVINCIALE SULLA SCUOLA PUBBLICA"

Lucca, 18 marzo- "Un tavolo provinciale sulla situazione della scuola pubblica con sindacati, dirigenti scolastici, genitori e studenti, per valutare le ricadute delle azioni del Governo sul sistema scolastico e per avanzare proposte e richieste all'Ufficio scolastico regionale e al ministero dell'istruzione".

Lo propone il senatore Andrea Marcucci (PD), segretario della commissione 'pubblica istruzione e beni culturali' a Palazzo Madama.

"Il profondo rosso delle scuole superiori lucchesi, denunciato dal professor Vittorio Barsocchi, è un fatto di assoluta gravità che le istituzioni locali non possono ignorare. Gli istituti si trovano nell'impossibilità di pagare le supplenze e anche di onorare le spese di gestione corrente. A tutto questo si aggiunge la confusione creata dal cosiddetto riordino varato dal ministro Gelmini. Un taglio di risorse, di competenze e di tempo che mette gravemente a rischio la tenuta della scuola pubblica in tutto il paese".

Per Marcucci "è necessario che gli enti locali, con il sostegno dei parlamentari lucchesi, affrontino la questione con determinazione per rappresentare le legittime richieste dei docenti, delle famiglie e dei ragazzi che frequentano le scuole superiori".

"2012 ANNO DI GIOVANNI PASCOLI"

Lucca, 25 febbraio- "Il 2012 sarà l'anno di Giovanni Pascoli, a 100 anni dalla morte. Un importante programma di celebrazioni culturali legate alle attività del grande poeta dovrà essere condiviso dal Ministero dei Beni culturali, dalla Regione Toscana , dalla Provincia di Lucca e dal Comune di Barga".

Lo ha proposto il senatore Andrea Marcucci (PD), in occasione della visita di Enrico Rossi, candidato presidente del centro sinistra alle prossime elezioni regionali, a Casa Pascoli a Barga.
"Nelle prossime settimane in collaborazione con i più importanti docenti di letteratura italiana- ha proseguito il parlamentare- presenteremo la proposta di insediamento di un comitato nazionale per le celebrazioni.

Contemporaneamente dovrà proseguire il restauro della casa di campagna dove il poeta visse dal 1895 fino al 1912. Il periodo trascorso nella valle del Serchio coincide con una produzione poetica particolarmente importante: basti ricordare, tra gli altri, Myricae e i Canti di Castelvecchio".
La casa - situata nel piccolo borgo di Caprona, presso Castelvecchio nel comune di Barga- conserva la struttura, gli arredi, la disposizione degli spazi che aveva al momento della morte di Giovanni Pascoli, avvenuta a Bologna il 6 aprile 1912.
Dopo la morte del Poeta l'edificio è stato dichiarato monumento nazionale, di particolare interesse pubblico l'area che comprende la casa.
L'archivio conserva circa 76.000 carte e la biblioteca circa 12.000 volumi.

RECUPERO DELLE FORTEZZE DARÀ SLANCIO ALLA VALLE DEL SERCHIO

Lucca, 19 febbraio- "Parte oggi ufficialmente il restauro delle rocche e dei castelli della Valle del Serchio e della Garfagnana, un recupero storico e culturale di grande importanza, che servirà a dare nuovo slancio a tutta la provincia di Lucca". Lo ha detto il senatore Andrea Marcucci, in merito alla firma della convenzione tra Arcus spa e Comunità Montane, che mette a disposizione i primi 2 milioni per gli interventi su 20 fortificazioni dell'area, che riguardano 17 Comuni. Tra gli altri, sono previsti interventi per il completamento della Fortezza di Montalfonso e delle Verruccole , per il recupero della rocca estense di Camporgiano, delle mura di Barga, della torre di Ghivizzano, e del Castello di Castelvecchio a Piazza al Serchio.
"E' un progetto a cui tengo molto e che è partito durante la mia esperienza di governo- ha spiegato il parlamentare- Il circuito culturale delle rocche e dei castelli accrescerà l'offerta turistica di Lucca, costituendo un itinerario storico e paesaggistico di forte richiamo internazionale. Marketing territoriale e promozione su scala internazionale saranno le strategie che consentiranno alla Valle del Serchio un posizionamento importante con una proposta di soggiorno 'slow', contraddistinta dalla sostenibilità ecologica e dall'autenticità delle tradizioni enogastronomiche"

VARIANTE DI CASTELNUOVO, UN ESEMPIO DI BUONA POLITICA

Lucca, 3 febbraio- "L'inaugurazione della Variante di Castelnuovo Garfagnana è un esempio di buona politica, il cui merito va alla Provincia di Lucca, con i presidenti Tagliasacchi e Baccelli e alla Regione Toscana".

Lo ha detto il senatore Andrea Marcucci (PD), in merito al taglio del nastro del primo lotto dei lavori dell'importante infrastruttura.

"E' stata realizzata un'opera fondamentale per i cittadini e per le aziende, rispettosa dell'ambiente e frutto di una sinergia istituzionale orientata alla concretezza. E' un modello che può tornare utile anche per lo sviluppo della nuova viabilità della piana di Lucca dove la priorità condivisa dagli enti deve essere la finanziabilità degli interventi recentemente approvati dall'accordo tra Stato e Regione Toscana"