Senato

"TOSCANA PARALIZZATA, MATTEOLI E MORETTI ZITTI"

Lucca, 18 dicembre"Una catena insopportabile di disservizi ha paralizzato la Toscana. Ma evidentemente non è servita a far assumere alcuna iniziativa al ministro delle infrastrutture Matteoli. Bene ha fatto il governatore Rossi a procedere contro Ferrovie dello Stato, Autostrade ed Anas. Il silenzio del governo è davvero incredibile. Ancora di più quello di Mauro Moretti".

Lo ha dichiarato il senatore Andrea Marcucci (PD) che ha preannunciato un'interrogazione urgente al ministro Matteoli sul blocco del sistema ferroviario ed autostradale che ha creato innumerevoli disagi in tutta la regione.

"La stazione ferroviaria di Lucca è stata chiusa per oltre 5 ore in totale assenza di informazioni e di generi di conforto per i cittadini. Tutti i collegamenti - ha proseguito il parlamentare- verso la Garfagnana, verso Firenze e verso Viareggio sono stati interrotti. La Regione Toscana paga 270 milioni di euro per il trasporto ferroviario ma Trenitalia continua a non prevedere sistemi di riscaldamento per gli scambi".

Per Marcucci "il rapporto con Ferrovie dello Stato deve essere intergalmente rivisto. Il binario unico, la vetustità dei treni per i pendolari, l'assoluta incapacità a gestire l'emergenza non sono più sopportabili".

Leggi anche Repubblica

SUCCESSO PER LA MANIFESTAZIONE DEL PD

roma14Roma, 11 dicembre- "Una grande manifestazione popolare che oggi come non mai rappresenta un Paese che vuole chiudere una stagione politica per aprirne un'altra. Al successo dell'iniziativa politica intrapresa dal Pd ha contributio anche la nostra provincia, che tra Lucca e la Versilia, è riuscita a portare in piazza San Giovanni mille persone".
Lo ha detto il senatore Andrea Marcucci (PD), che ha partecipato alla manifestazione romana seguendo gli strisconi del Pd toscano e quello della provincia di Lucca.

Leggi anche La Repubblica

NAVI ROMANE DI PISA, APPELLO PER LE RISORSE

senatoRoma, 13 dicembre- "Si inaugurano a Pisa gli Arsenali Medicei ma si lasciano senza investimenti gli scavi delle navi romane, che rappresentano il piatto forte del museo. E' l'ennesimo paradosso di un governo incapace a gestire il patrimonio culturale. E' giusto chiedere all'Unesco di lanciare un appello a tutto il mondo per avere risorse che da Tremonti e da Bondi non verranno mai".
Lo ha detto il senatore Andrea Marcucci, responsabile cultura per il PD della Toscana, che ha firmato la petizione promossa dagli Amici dei Musei per richiedere l'inserimento del sito pisano nella lista del patrimonio dell'Unesco.

Leggi tutto...

BERLUSCONI NON POTRÀ GOVERNARE

amRoma, 14 dicembre- " Berlusconi ha iniziato la legislatura con 340 deputati contro 239 dell'opposizione alla Camera . Oggi, grazie a 'ripensamenti' dell'ultima ora, il governo può contare su tre soli voti di scarto ed è comunque sotto la maggioranza assoluta. Non penso che sia una vittoria per il Pdl. E' chiaro che così non si potrà governare il Paese nel pieno di una crisi economica senza precedenti".
Lo ha detto il senatore Andrea Marcucci (PD), in merito al voto di fiducia espresso oggi dal Parlamento.
"Ora aspettiamo l'esecutivo sin dalle prossime decisioni in calendario, dalla riforma universitaria al milleproroghe- ha aggiunto Marcucci- entro la fine dell'anno sono attesi stanziamenti vitali per la cultura, dal fondo unico dello spettacolo alla defiscalizzazione per il cinema. Se Berlusconi ancora una volta non rispetterà gli impegni, vedremo che maggioranza si potrà creare in aula".
Per il senatore democratico "va infine riconosciuto il coraggio politico di Gianfranco Fini che ha condotto una battaglia molto difficile senza mai perdere la dovuta correttezza istituzionale alla guida della Camera"

BENE LA MAGISTRATURA, GOVERNO RISPONDA SU SICUREZZA

vianewsLUCCA, 16 DICEMBRE- "Sono soddisfatto per i progressi dell'inchiesta giudizaria ed in modo particolare per la richiesta di incidente probatorio. Ora è tempo che anche il governo si muova per assicurare uniformità nelle leggi sul trasporto di sostanze pericolose e sulla tracciabilità delle compagnie ferroviarie".
Lo ha dichiarato in una nota il senatore Andrea Marcucci (PD) in merito all'inchiesta della Procura di Lucca sulla strage ferroviaria del 29 giugno del 2009.
"Ho sempre confidato nel paziente lavoro della magistratura, attendo invece ancora dal ministro Matteoli e da Ferrovie dello Stato risposte certe sulla sicurezza dei treni merci. Nel luglio scorso- ha proseguito il parlamentare- l'Agenzia Nazionale per la sicurezza ferroviaria ha reso nota la lista di incidenti ferroviari che si sono continuati a verificare, per fortuna senza l'esito drammatico di Viareggio, in Italia per tutto il 2010".
Per Marcucci "il governo deve intervenire sulla Commissione Europea per chiedere l'armonizzazione delle regole e la verifica dei piani di manutenzione. Mi auguro che il ministro delle infrastrutture sia in grado di riferire quanto prima in Parlamento"