News

Immediato intervento per CineCittà

Roma, 8 marzo - "120 mila titoli, 7 mila ore di filmati, 3 milioni di fotografie: è in pratica uno dei più grandi archivi dell'audiovisivo e lo strumento fondamentale per promuovere il cinema italiano nel mondo. Evidentemente le credenziali di Cinecittà Luce non sono bastate al governo. Ora si faccia il possibile per salvarlo". E' quanto afferma in una nota il senatore Andrea Marcucci (Pd), segretario della commissione cultura a Palazzo Madama.

Leggi tutto...

Selci blu di Verona: le responsabilità del Ministero

"Selci blu del Museo di Storia naturale di Verona: il ministero dei beni culturali, la sua struttura periferica, hanno rispettato le disposizione di legge nel trasferimento del materiale archeologico nell'ex Arsenale militare austriaco?"
Lo chiedono in un'interrogazione urgente al ministro Bondi i senatori democratici Andrea Marcucci, ex sottosegretario ai beni culturali e Maria Pia Garavaglia, che non escludono la richiesta di un'indagine della commissione cultura di Palazzo Madama

Leggi tutto...

Toscana piena di Tricolori il 17 marzo

Lucca, 4 marzo- "Una Toscana piena di tricolori nei balconi e nelle piazze. Sarebbe il modo migliore per celebrare il 17 marzo e per rispondere agli atti vandalici che in altre regioni colpiscono i simboli dell'Unità italiana". Lo sostiene in una nota il senatore Andrea Marcucci (Pd), già presidente del comitato nazionale per il bicentenario di Giuseppe Garibaldi.

Leggi tutto...

Il Pd è casa mia

Roma, 24 febbraio - "Il Pd è casa mia, in questo momento così drammatico per l'Italia serve un grande partito di centro sinistra in grado di assicurare l'alternativa al governo Berlusconi". Lo ha detto il senatore Andrea Marcucci, intervendo telefonicamente alla trasmissione 'Un giorno da pecora", per smentire la notizia pubblicata oggi dal Corriere della Sera su un suo possibile passaggio all'Api di Francesco Rutelli.

Leggi tutto...

Rivedere accordo di amicizia con Labia

Roma, 21 febbraio - "Sarà bene che il presidente Berlusconi cominci a disturbare Gheddafi per annunciargli che l'Italia sta dalla parte dei cittadini libici. A questo punto si impone anche una rapida revisione del trattato di amicizia firmato nel 2008". Lo sostiene il senatore Andrea Marcucci (Pd), che fu tra i 22 contrari all'accordo ratificato dall'aula di Palazzo Madama nel febbraio 2009.

Leggi tutto...